Ero un bambino, cioè uno di quei mostri che gli adulti fabbricano con i loro rimpianti (Jean Paul Sartre)